Il progetto SOMNUS, finanziato dal Fondo europeo di sviluppo regionale, nasce dalla sperimentazione, dalla ricerca e dall’adozione di nuove tecnologie con un nuovo prodotto sorprendentemente innovative.

Il sonno è fondamentale nella nostra vita, dormire male o poco può provocare sonnolenza diurna, mancanza d’attenzione e un abbassamento del sistema immunitario.

Immaginiamo quindi una confortevole maglietta da indossare ogni notte al posto del pigiama e capace di registrare i dati del nostro riposo senza disturbare il sonno, lasciandoci liberi di muoverci comodamente e cambiare facilmente posizione. Il nostro sonno sarà monitorato tutta la notte e al nostro risveglio potremo controllare i dati relativi al nostro riposo.

Il progetto SOMNUS ha cercato di andare incontro a queste problematiche realizzando veri e propri dispositivi hi-tech indossabili per il monitoraggio del sonno.  Si tratta di indumenti intimi sensorizzati, un sistema wearable con caratteristiche di comfort e praticità che permette un monitoraggio continuo, non invasivo e preciso.

Come funziona SOMNUS?

Grazie a sensori tessili incorporati negli indumenti intimi viene misurata l’attività respiratoria e il battito cardiaco fornendo in tempo reale il flusso di dati a strumenti esterni di lettura, come smartphone o tablet, tramite un’app intuitiva. Si tratta, dunque, di una modalità non invasiva di monitoraggio del sonno, un capo di intimo costituito da una canotta o una t-shirt per uomo e da un top o una tutina per donna con filati tecnologici e con un’elasticità studiata per aderire nei punti dove saranno inseriti i microsensori tessili. I dati vengono inviati in tempo reale con un collegamento wireless a strumenti esterni e ad applicazioni su smartphone o tablet, pronti per poter essere analizzati.

La collezione underwear SOMNUS, creata con sensori tessili brevettati, presenta tre diverse linee realizzate con tessuti differenti per uomo e donna: WHITE, NIGHT e RAINBOW.

Oltre ad essere tecnologicamente avanzati e confortevoli da indossare, gli indumenti sensorizzati sono stati progettati per essere sostenibili e rispettosi nei confronti dell’ambiente. La possibilità di separare il device dalla componente tessile consente il totale riciclo di quest’ultima e quella parziale delle componenti elettroniche, con un differenziato smaltimento degli elementi non riciclabili